window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'UA-115413055-1');

“Educare
all’interculturalità
significa costruire
la disponibilità
a conoscere
e farsi conoscere,
nel rispetto dell’identità
di ciascuno,
in un clima di dialogo
e di solidarietà”.

ALFABETIZZAZIONE INTERCULTURALE

Rivolta agli alunni della scuola primaria, e secondaria di primo grado attraverso progetti finanziati da enti (Fondazioni, comuni, scuole).
Sono altresì realizzabili in quanto sperimentati, i corsi di alfabetizzazione per gli adulti, in particolare per gruppi di donne.

PERSONALE COINVOLTO:
educatori professionali e/o laureati scienze educazione con formazione relativa all’insegnamento italiano lingua 2 e/o che abbiano frequentato corsi specifici di formazione.

AZIONI SVOLTE:

ALFABETIZZAZIONE

  • apprendimento della lingua italiana scritta e parlata (grammatica, comprensione del testo)
  • comprensione del linguaggio specifico delle discipline di studio attraverso la semplificazione testi (storia, geografia, scienze, educazione tecnica..).

EDUCAZIONE INTERCULTURALE
Laboratori attivi di scambio interculturale, conoscenza della cultura italiana e confronti con le culture d’origine degli alunni.

MEDIAZIONE LINGUISTICA E CULTURALE

Attivata presso strutture sanitarie, comunità, scuole.

PERSONALE COINVOLTO:
operatori madrelingua con formazione pregressa in ambito educativo e/o sanitario. La cooperativa annovera dipendenti provenienti da varie nazioni che operano normalmente in servizi sanitari ed educativi, che hanno ricevuto formazione specifica.

LINGUE DISPONIBILI:
ARABO, FRANCESE, CINESE, INGLESE, PUNJABI, HINDI, URDU, ALBANESE, RUSSO, WOLOF, MANDINGO, TEDESCO, RUMENO, SPAGNOLO, PORTOGHESE, CECO, POLACCO.
Nel caso in cui fossero richieste lingue non in elenco, per i Paesi dell’area centro africana, sudamericana e asiatica, in accordo con i richiedenti, si propone la consulenza dell’INTERPRETE di lingue comunitarie (inglese, francese, spagnolo, portoghese).

“Nella comunicazione
interculturale
spesso si suppone
che l’incontro avvenga
fra culture e non
fra i soggetti
che ne sono portatori
ed interpreti.
Si nega così alle persone
la loro originalità”.

AZIONI SVOLTE:

Il mediatore funge da tramite tra il paziente e gli operatori sanitari. Per le caratteristiche dei servizi e le etnie afferenti si privilegia la presenza di figure femminili. Con i consultori viene svolto anche il tutoraggio alle neomamme al domicilio.
Le mediatrici hanno tradotto in cinese, arabo e hindi tutta la documentazione relativa agli avvisi COVID 19 per l’Azienda ASST del Garda.
I servizi sono stati forniti per tutto il periodo della pandemia, privilegiando in alcuni casi la consulenza in remoto.

SCARICA QUI IL PIANO DELLE NOSTRE ATTIVITA’ 

“La “Metafora dell’Agorà”,
in cui ognuno va al mercato con le sue merci e ne torna un po’ cambiato, è utilizzata negli approcci pedagogici interculturali. Rende visibili le differenze, utilizzando ‘atti di visibilità”.

INTERPRETARIATO

Il servizio è attivo presso il Pronto Soccorso dell’Azienda ASST del Garda nelle sedi di:

  • DESENZANO dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20
  • GAVARDO dalle 10 alle 16

da aprile a tutto settembre, 7 giorni su 7.

PERSONALE COINVOLTO:
laureati e laureandi in lingue straniere, madrelingua tedeschi. La formazione è stata gestita direttamente dall’Azienda ASST del Garda per tutto il comparto Pronto Soccorso, ed ha incluso anche i nostri operatori.

LINGUE RICHIESTE:
INGLESE E TEDESCO

AZIONI SVOLTE:
L’interprete di Pronto Soccorso accompagna il degente in tutto il percorso di ricovero, traducendo per i medici e i terapisti, e affiancando la persona anche per le pratiche connesse all’ospedalizzazione (assicurazione ecc.).
Gli interpreti hanno provveduto alla traduzione di tutta la modulistica relativa alla presa in carico dei pazienti sia in inglese che in tedesco.

LA NOSTRA ÉQUIPE

La nostra Cooperativa annovera operatori madrelingua con formazione specifica in ambito educativo e/o sanitario.

ANGELA BODEO
ANGELA BODEO

Responsabile
Settore Intercultura

TSENG CHUN HSUAN
TSENG CHUN HSUAN

Mediatrice culturale
e linguistica

CRISTINA REINTJES
CRISTINA REINTJES

Interprete

ASMAH JAWED
ASMAH JAWED

Mediatrice culturale
e linguistica

PIERO BOSCHINI
PIERO BOSCHINI

Interprete

NAIMA DAOUDAGH
NAIMA DAOUDAGH

Mediatrice
transculturale

ELISA LOMBARDINI
ELISA LOMBARDINI

Interprete

STEFANO SCULLINO
STEFANO SCULLINO

Interprete

SILVIA BAGOZZI
SILVIA BAGOZZI

Interprete

APPUNTI DI VIAGGIO

Ripercorriamo insieme le tappe (e le emozioni) più significative della nostra esperienza.

Neo-mamma, non sei sola.

“Sono in Italia da due anni e non parlo bene italiano, specialmente le parole che usano i dottori non capisco. Mia figlia è nata un mese fa e ho tanta paura di sbagliare”. Il progetto della nostra mediatrice Tseng Chun Hsuan ha lo scopo di dare supporto fisico e psicologico alle neo-mamme straniere, evitandone l’emarginazione, con la costruzione di una relazione forte e stabile con le reti e i servizi del territorio.

| CLICCA SULL’IMMAGINE IN ALTO |

Casa? Si dice “home”, anzi… “Home sweet home”

Il progetto per un Centro Estivo Comunale ha per tema la casa, intesa come abitazione, ma anche come focolare
domestico, quindi “home” anziché “house”. L’idea è quella di osservare le case nel tempo e nello spazio, nella fantasia e nella realtà, per maturare con i bambini ed i ragazzi il senso dello spazio e le connessioni educative relative ai diversi tipi di ambiente.

| CLICCA SULL’IMMAGINE IN ALTO |

“La bellezza salverà il mondo”: un laboratorio ci aiuta ad aprire il cuore e la mente

Educare alla bellezza significa educare tutta la sfera della sensibilità e dell’emotività del bambino, la sua immaginazione e la sua creatività, la capacità di esprimere sensazioni e sentimenti propri e di comprendere l’espressione degli altri, in un progressivo arricchimento del proprio patrimonio espressivo e dell’area dell’affettività.

| CLICCA SULL’IMMAGINE IN ALTO |

Modelli di famiglia: una molteplicità di percorsi costitutivi

Parlare di famiglia, all’interno del fenomeno migratorio, significa coglierne la complessità come cifra costitutiva. Come ci ricorda Graziella Favaro “Ogni famiglia immigrata, come del resto tutte le famiglie, costituisce un mondo a sé, un microcosmo fatto di legami e storie di fondazione, ruoli e risorse, affetti ed eventi.

| CLICCA SULL’IMMAGINE IN ALTO |

L’educazione interculturale: spunti per riflettere

L’approccio didattico interculturale riportato in tutte le sue sfaccettature: sul piano antropologico e psico-pedagogico, l’analisi dei pregiudizi e degli stereotipi, le strategie di apprendimento linguistico, il reale significato di “integrazione”. .

| CLICCA SULL’IMMAGINE IN ALTO |

SE VUOI SAPERNE DI PIU’: TEL. 375 5682421 | E-mail: angela.bodeo@elefantivolanti.it
SE INVECE VUOI CANDIDARTI CLICCA QUI

2021-07-30T12:49:30+02:00
Torna in cima